biblografia-silvia-tosatto

PER L’ADULTO

Quando rivolgersi allo

psicologo-psicoterapeuta?

Ci si rivolge allo psicologo-psicoterapeuta con l’obiettivo di cercare di risolvere o prevenire uno stato di difficoltà, disagio o sofferenza rispetto alla propria qualità di vita, alle relazioni, alla sfera affettiva e familiare, alla situazione lavorativa o ad altre problematiche psicologiche. Tutti, presto o tardi proviamo dolore. Tutti abbiamo provato tristezza, ansia, paura, vergogna, rabbia. Tutti abbiamo ricordi imbarazzanti, umilianti o vergognosi. Tutti abbiamo provato o proveremo qualche tipo di dolore fisico. Essere umani vuol dire provare dolore a livelli più pervasivi di quelli che possono provare tutte le creature della terra (Hayes, Smith). Il dolore psicologico, non solo fa male, ma spesso ci impedisce di vivere la vita che vorremmo facendoci sentire fermi, bloccati, imprigionati. Spesso ci arrabbiamo con le nostre parti dolorose, ci vergogniamo di esse, cerchiamo di nasconderle agli altri o a noi stessi e così facendo non aumentiamo che la quota di dolore.

C’è da vivere tanto in un momento di dolore quanto in uno di gioia

Stroshal

La psicoterapia accoglie le nostre parti dolorose per poterle guarire. Il disagio, la sofferenza, il dolore sono infatti segnali preziosi da ascoltare e comprendere dato che ci indicano che qualcosa non va e richiede di essere cambiato. Il sintomo custodisce in sé, nella sua storia un senso, un significato che chiede di essere capito. A partire da questa comprensione esso può evolvere in pensieri, comportamenti e azioni più in sintonia con se stessi, gli altri, il mondo. C’è da vivere tanto in un momento di dolore quanto in uno di gioia (Stroshal).

Rivolgersi ad uno psicologo psicoterapeuta significa allora avere il coraggio di guardarsi dentro, di interrogarsi su di sé e sul punto in cui ci si trova nel percorso della propria vita. Significa avere la volontà di chiarire e raggiungere i propri obiettivi e intraprendere un cambiamento; di affrontare paure, ostacoli e difficoltà, sviluppando le proprie potenzialità. Significa darsi la possibilità di risolvere uno stato di sofferenza e di trarre da questa situazione una preziosa occasione di riflessione che apre a nuovi, spesso inaspettati sviluppi.

Accettare di avere un problema è la premessa per poterlo risolvere. Non solo, è anche il punto di partenza per un prezioso viaggio di conoscenza e crescita personale . Ogni persona ha dentro di sé tutto il potenziale necessario al cambiamento; la ghianda è già l’albero (M.M. Linehan). La psicoterapia è quel raggio di sole o la goccia di pioggia che permettono alla ghianda di crescere in tutta la sua forza e bellezza.

biblografia-silvia-tosatto

“La ghianda è già l’albero.

La psicoterapia è quel raggio di sole o la goccia di pioggia che permettono alla ghianda di crescere in tutta la sua forza e bellezza.

M.M. Linehan

VUOI PARLARE CON ME?

CONTATTAMI